Guida al test HIV

Quando devo fare il test HIV?Se voglio fare il test, a cosa devo pensare e che cosa devo fare?

Primo passo: perché voglio fare il test?

Se ti sei ritrovato in almeno una delle situazioni qui sopra, fai il secondo passo.

Secondo passo: come si fa il test?

La sieropositività si accerta tramite un esame di laboratorio. Il test si esegue con un semplice prelievo di sangue. Il test è gratuito presso le strutture pubbliche (ospedali, ASL, università) e il risultato viene comunicato personalmente solo a chi si è sottoposto all’esame. Tutti gli operatori sanitari garantiscono il segreto professionale. Il test va effettuato 6 mesi dopo il contatto rischioso (periodo finestra).

Terzo passo: che risultato può darmi il test?

1. Sieropositivo per l'HIV
Significa avere nel proprio sangue gli anticorpi contro l'HIV. Il corpo tenta di difendersi fabbricando delle particelle che dovrebbero eliminare il virus. Tuttavia queste armi sono inefficaci contro la notevole resistenza di questo virus. La presenza degli anticorpi nel sangue è un segno che ci dice che l'infezione è attiva e che è possibile trasmettere ad altri il virus. Tutte le persone sieropositive possono essere in relativa salute e ammalarsi solo dopo molti anni.

2. Sieronegativo per l'HIV
Significa non avere nel proprio sangue gli anticorpi contro l'HIV, cioè il corpo non ha fabbricato gli anticorpi. L’assenza degli anticorpi è un segno che ci dice che:

In tutte e due i casi, dopo un primo test negativo il test va ripetuto dopo un tempo variabile, anche sei mesi: lo deciderà il medico in base alla vostra storia di rischio.

3. Test indeterminato o dubbio
In rari casi il test non è negativo ma neanche positivo. Questo succede a persone che hanno subito spesso trasfusioni o che sono incinte o che hanno particolari malattie del sistema immunitario. Il medico vi farà ripetere il test nel tempo per stabilire cosa succede ed userà anche altri test sofisticati per chiarire i dubbi.

Quarto passo: dove vado a fare il test e come?

In ogni caso: mi presento a digiuno negli orari e nei giorni che mi hanno indicato e parlo con gli operatori.

Quinto passo: ho fatto il test, cosa faccio adesso?

Sono sieronegativo

Sono sieropositivo
Certo, in questo momento mi è difficile parlarne ma provo a chiedermi se:

Prova a scrivere su un foglio le tue domande e i tuoi dubbi, e poi portalo con te alla prossima visita per discuterne meglio con il medico o con l’operatore sanitario che ti segue.

torna su