Il test HIV

Il test HIV si fa con un semplice prelievo di sangieLa sieropositività si accerta tramite il test che ricerca la presenza di anticorpi contro l’HIV: questi si sviluppano nel sangue solo se la persona è venuta in contatto con il virus.

Il test si esegue con un semplice prelievo di sangue e con il consenso dell'interessato. Il test per HIV è gratuito presso le strutture pubbliche (ospedali, ASL, università) e il risultato è riservato e protetto dal segreto professionale. Le persone straniere, anche se prive del permesso di soggiorno, possono effetuare il test alle stesse condizioni dei cittadini italiani. Il test va effettuato subito dopo un contatto a rischio e va ripetuto dopo 6 mesi (periodo finestra).

Quando conviene eseguire il test per la ricerca degli anticorpi contro l’HIV?

1. Situazioni legate al comportamento individuale

2. Situazioni particolari

3. Situazioni cliniche diverse

Cosa significa essere sieropositivo per l'HIV?

Significa avere nel proprio sangue gli anticorpi contro l'HIV. Il corpo infatti tenta di difendersi fabbricando delle armi, cioè gli anticorpi, che però sono inefficaci contro il virus. La presenza degli anticorpi è un segno che ci dice che l'infezione è presente, è attiva ed è possibile trasmettere ad altri il virus.

Cosa significa essere sieronegativo per l'HIV?

Significa non avere nel proprio sangue gli anticorpi contro l'HIV, cioè il corpo non ha fabbricato gli anticorpi. L’assenza degli anticorpi è un segno che non c’è infezione in atto e quindi è possibile infettarsi. Attenzione: in rari casi una persona negativa è nel periodo finestra e quindi, dopo un primo test negativo, è opportuno ripeterlo.

torna su